Comune di Soiano del Lago

Luoghi di interesse

Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Come fare per
Home Page » Come fare per » Luoghi di interesse
Luoghi di interesse

IL CASTELLO

Edificato durante il X secolo su un’altura a 198 m.s.l.m. con funzione di ricetto, domina la Valtenesi, in contatto visivo con i castelli di Polpenazze e Moniga, con la rocca di Manerba e con il mastio del ricetto di Puegnago. La pianta quadrangolare presenta una muratura molto alta con i probabili resti della merlatura, che si confondono con le sbrecciature provocate dal tempo. L’ingresso, protetto da una massiccia torre successivamente trasformata a partire dal XVII secolo nel campanile attuale della vicina parrocchia, era dotato di ponti levatoi per l’ingresso carraio e per quello pedonale, oggi murato. Da due angusti cortili si entra nello spazio, circa mille metri quadrati, destinato ad accogliere la popolazione in occasione di eventuali scorrerie di eserciti di passaggio. All’estremità del muraglione furono realizzate due torri, sporgenti dalla pianta e dotate di feritoie, la torre settentrionale è ben conservata e dalla sua sommità si gode una splendida veduta del lago e delle colline circostanti. Il complesso, innalzato nel medioevo, sorge su resti di una fortificazione antecedente.
In zona sono stati effettuati numerosi ritrovamenti occasionali di reperti di epoca romana, senza però mai condurre scavi ed indagini sistematiche che chiarissero l’esatta cronologia del complesso. La parte esterna meridionale conserva un massiccio muro a scarpa, frutto anch’esso di rimaneggiamenti che il complesso subì nel corso dei secoli, e a cui dovrebbe appartenere anche quel tratto di muratura che si stacca dalla torre meridionale e si collega ad un vasto terrazzamento che sostiene il nucleo abitativo raccolto attorno alla chiesa di San Michele.
Il fortilizio fu eretto per far fronte ai costanti saccheggi e alle invasioni frequenti dell`epoca.
L`attuale complesso comunque fin dall`epoca medievale venne usato dai rappresentanti delle famiglie locali quale sede atta ad eleggere i consoli e ad amministrare la giustizia, ed oggi è più che mai al centro della vita sociale e culturale del paese.
Da un punto di vista architettonico invece, la cinta muraria si è preservata pressoché intatta, dotata di considerevole altezza e recante i segni di quella che un tempo doveva essere la merlatura. L`ingresso doveva essere dotato di ponte levatoio, e i segni della sua presenza si intuiscono dalle tracce lasciate nella muratura, costituita da pietre e ciottoli legati da malta.
In età moderna inoltre, si scelse di dotare il fortilizio di un`ulteriore porta, atta a prevenire eventuali incursioni dell`esercito savoiardo.
Nel 1985 il castello venne donato dalla famiglia Omodeo-Salè al Comune di Soiano del Lago, che procedette al restauro conservativo, come testimonia la targa posta sopra l'ingresso del castello

CHIESA PARROCCHIALE - San Michele Arcangelo – Diocesi di Verona

Eretta nei primissimi anni del Seicento, la parrocchia di Soiano è dedicata a San Michele Arcangelo. Essa sorge però sui resti di una preesistente chiesa del XV secolo, ed è presumibile pensare che altri lavori vennero fatti il secolo successivo; ad ogni modo più volte nel corso del tempo venne rimaneggiata e modificata. L`edificio odierno infatti è frutto soprattutto di un ampliamento seicentesco, mentre colpiscono a livello pittorico gli stucchi novecenteschi, che convivono a fianco alle opere di Andrea Celesti e Andrea Bertanza, esimi esponenti del gusto seicentesco gardesano. Il primo di questi artisti dipinse infatti l`Annunciazione di Maria mentre il secondo è autore della pala dedicata alla Madonna con San Sebastiano e l‘arcangelo Michele. Da un punto di vista architettonico invece, la chiesa si presenta dotata di un impianto unitario, con tre cappelle per lato, il campanile un tempo apparteneva al castello medievale per il quale fungeva da torre, mentre per quanto riguarda la facciata essa si presenta decorata da una serie di lesene addossate alla parete reggenti una trabeazione, è presente poi nella parte più alta un timpano con cornice dentellata, mentre la porta in legno è inquadrata da stipiti in pietra bianca. All`interno notevole è l`organo barocco realizzato nel 1694 da Antonio Franchino di Montichiari che particolare cura appone nel costruire la cassa lignea dorata e la cantoria. Anche l`altare maggiore in marmo è sicuramente degno di interesse, risale al 1790 e anch`esso obbedisce agli stilemi propri del barocco. La torre campanaria era originariamente parte del castello e poi modificata e riutilizzata come campanile

Parroco
Don Bruno Rossi
Tel. 030 674071
Via Castello 4

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Soiano del Lago è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it